Pronto per la transiberiana

Pronto per la transiberiana

Non si ferma proprio più Paolo Aste, il 34enne ciclista estremo di Valli del Pasubio.

Dopo le imprese in terra italiana degli ultimi due anni, che lo hanno visto conquistare il record assoluto di percorrenza dell’Italia da Nord a Sud e ritorno e da Ovest ad Est, Paolo ritorna subito in campo, ma questa volta all’estero. Il 15 luglio 2015 prenderà infatti parte alle Red Bull Trans Siberian Extreme, la gara che corre parallela alla mitica ferrovia che attraversa in orizzontale tutta la Russia, in una competizione massacrante lunga 9.270 km, spezzata in 15 tappe varianti dai 300 ai 1.400 km.

Un itinerario che partirà da Mosca, toccando le città di Kostroma, Perm, Yekaterinburg, Omsk, Barabinsk, Novosibirsk, Krasnoyarsk, Tulun, Irkutsk, Ulan-Ude, Chita, Svobodny, Obluchye, Khabarovsk terminando a Vladivostok sulle sponde dell’Oceano Pacifico, ai limiti dello sconfinato stato russo. Saranno attraversati 7 fusi orari diversi, 58.000 metri di dislivello, nella gara che unanimemente è definita la più estrema e sfiancante del mondo.

Tutto questo non spaventa però Paolo, che nell’occasione correrà con un format particolare, ossia una staffetta. Pedalerà infatti alternandosi con Paola Gianotti, ultracycler di Ivrea, assieme alla quale sostanzialmente sarà in gara per 21 giorni di fila, dal 15 luglio al 6 agosto, scontrandosi con gli altri 16 team in gara.

“Non ho mai affrontato una sfida così lunga – racconta Paolo – ma questo non mi preoccupa affatto. Alla mia andatura posso percorrere anche il doppio dei chilometri previsti dalla gara. Negli ultimi allenamenti fatti mi sono reso conto che sto proprio bene, non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura”.

L’ultimo test in vista della partenza saranno i circa 1.800 km che Paolo e Paola Gianotti percorreranno tra il 7 e il 10 giugno, partendo da Ivrea (casa di Paola), raggiungendo Parigi e chiudendo a Valli del Pasubio.

“In questa nuova impresa sarò ancora più supportato rispetto al solito – prosegue - , perché aldilà dello zoccolo duro dei miei collaboratori storici, ossia Raffaella Rivarolo, Biagio Mitidieri e Valerio Nicodemo, che mi seguiranno in furgone durante la traversata della Russia, quest’anno ho deciso di potenziare il mio staff. E’ in quest’ottica che abbiamo creato il mio nuovo sito che sarà presto disponibile, tramite il quale darò aggiornamenti puntuali dalla Russia”.

Un ringraziamento va infine agli Sponsor che rendono possibile questa nuova mitica impresa targata Paolo Aste. “Ringrazio molto Elastic Interface per il fondelli – conclude Paolo - , Cicli Bonetti che continuano a supportarmi con le loro biciclette, Fisic per le selle e Kratos per gli integratori: senza di loro tutto questo non sarebbe possibile”.

http://www.redbulltranssiberianextreme.com/en/athletes/3