RED BULL TRANS SIBERIAN EXTREME 2015. DIARIO DI BORDO, 10° TAPPA

RED BULL TRANS SIBERIAN EXTREME 2015. DIARIO DI BORDO, 10° TAPPA

SECONDA VITTORIA DI TAPPA!

Incredibile il nostro Paolo Aste, che in volata brucia il tedesco all’incredibile velocità di 62 Km/h!
L’ha scelta bene Paolo la tappa da vincere, si è preso quella più bella e scenografica, corsa sulle sponde del Lago più grande del mondo, il Baika.

Sta regalando davvero un sacco di soddisfazioni ai nostri atleti e anche a noi questa Transiberiana 2015. L’obiettivo era di vincere una tappa, ma siamo andati oltre.

10° tappa dunque, 480 km da Irkutsk a Ulan De, nella steppa che sovrasta l’immenso stato della Mongolia.
Una frazione che doveva essere una passerella di riposo, ma che come sempre non è stata tranquilla. Molto mossa, con saliscendi continui, e la fuga dell’inglese, che per 300 km ha tenuto in scacco tutti con una progressione poderosa.

A 70 km dalla fine il ricongiungimento, e l’inizio della fase di studio. Il gruppo, specchiandosi sul maestoso Baika, corre veloce verso il traguardo, e le medie lievitano.
Tra tutti Paolo si porta davanti e prova ad avvantaggiarsi due-tre volte. Alla fine accelera, lanciando una volata dove il tedesco è ultimo ad arrendersi, e il nostro atleta può alzare le braccia al cielo e andare ad abbracciare Paola!

Doppietta dunque per i nostri!
E infine, se è vero che l’appetito vien mangiando, possiamo aspettarci altre soddisfazioni ancora..!

FORZA PAOLO E PAOLA!