Red Bull Trans-Siberian Extreme

Red Bull Trans-Siberian Extreme

Dal 15 luglio al 6 agosto 2015 ho preso parte alle Red Bull Trans Siberian Extreme, la gara che corre parallela alla mitica ferrovia che attraversa in orizzontale tutta la Russia, in una competizione massacrante lunga 9.270 km, spezzata in 15 tappe varianti dai 300 ai 1.400 km.

Un itinerario che è partito da Mosca, toccando le città di Kostroma, Perm, Yekaterinburg, Omsk, Barabinsk, Novosibirsk, Krasnoyarsk, Tulun, Irkutsk, Ulan-Ude, Chita, Svobodny, Obluchye, Khabarovsk terminando a Vladivostok sulle sponde dell’Oceano Pacifico, ai limiti dello sconfinato stato russo. Ho attraversato 7 fusi orari diversi, 58.000 metri di dislivello, pianure infinite, Sali scendi meravigliosi, ho visto anche uno dei più grandi laghi al mondo, il Baikal.

Non ho però percorso questa fatica tutta da solo, poiché ho gareggiato nel format del “duo”, cioè pedalando alternandomi con Paola Gianotti. Siamo arrivati terzi su tre coppie in gara, ma i primi due equipaggi (tedeschi e russi) erano quattro uomini, con un vantaggio biologico importante su di noi.. Ciò nonostante abbiamo chiuso distanti da loro solo 3-4 ore, con un totale di 286 ore di gara.

Abbiamo tenuto una media complessiva di 32,1 km orari. Delle moto in sostanza! L'obiettivo era vincere una tappa, mentre siamo riusciti a portarne a casa tre, grazie a tre miei sprint. 
Il secondo era chiudere in meno di 15 giorni effettivi, e ce l’abbiamo fatta in 12.

Per questa lunghissima impresa è stato fondamentale l’aiuto del mio fantastico staff, che va ancora una volta ringraziato. I tuttofare Nicodemo e Biagio, la fotografa Raffaella, gli autisti russi. Tutti hanno dato il loro contributo per la riuscita di un'impresa, iniziata il 15 luglio.

Un sogno lungo tre settimane, percorso ad occhi aperti sulla mia bicicletta, condito ogni tanto dallo sbuffare della mitica Transiberiana.

Grazie infine a tutti gli sponsor che ci hanno supportato: Effepi abbigliamento, Bicycle Line, Sport Plus Health App, Cicli Bonetti, Fi:zi’k selle, Michelin Italia per le ruote ed Elastic Interface per i fondelli, come sempre al mio fianco.

Partner

Facebook